Arriva il Mantova, per il Campo un big match per ripartire, Fonti: “La vittoria è nelle nostre corde”

Dopo cinque vittorie consecutive, ad Arzignano il Campodarsego è caduto nella ripresa dopo un ottimo primo tempo. All’orizzonte, per ripartire, c’è una doppia sfida casalinga in sette giorni che può riportare punti ed entusiasmo in casa biancorossa. Domani, alle 14.30, lo stadio “Gabbiano” accoglie il blasonato Mantova, che dopo la caduta nei dilettanti, e una partenza difficile, adesso è risalito e insidia la squadra di Fonti. Sarà un vero e proprio scontro diretto, così come quello che domenica prossima vedrà l’Este di scena in via Olmo. Contro la formazione virgiliana, il tecnico biancorosso si aspetta un pronto riscatto dalla squadra: queste le dichiarazioni dell’allenatore del Campodarsego, Gianfranco Fonti, alla vigilia del match.

Sull’ultima partita: “La sconfitta contro l’Arzignano ci ha lasciato un primo tempo di altissimo livello, che ci dà ancor più consapevolezza di avere una forza importante, che va portata avanti con continuità. La ripresa, invece, non è stata all’altezza della prestazione del primo tempo, l’Arzignano è un’ottima squadra ed è venuto fuori. Quello che dobbiamo fare, è essere in grado di avere una tenuta superiore: a livello psicologico non è cambiato nulla, dopo cinque vittorie una sconfitta può capitare, ma la squadra sa che deve migliorare. Ci abbiamo lavorato, il gruppo ci crede e c’è gran voglia di una fare grande partita contro il Mantova, squadra in grande crescita e che si ritrova adesso nei quartieri alti. Dobbiamo portare a casa sicuramente la vittoria, è nelle nostre corde”.
Sull’avversario: “Il Mantova è un’ottima squadra, con tanta esperienza e diversi giocatori che possono fare gol, pur non avendo un bomber principe di prima fascia. Dovremo stare attenti, hanno tante alternative e sono una squadra ben assortita alla quale dovremo opporre le nostre migliori caratteristiche”.
Sulla partita: “Il Mantova ha diversi giocatori abituati a giocare su campi “caldi”, farà dell’agonismo una delle sue armi migliori. Noi dovremo essere bravi a scardinarli mantenendo gli equilibri, non possiamo farci prendere dalla foga e farci cogliere scoperti: abbiamo le qualità e il potenziale per essere pericolosi, in casa sino ad ora ci siamo sempre espressi su buoni livelli, e un altro exploit ci permetterebbe di crescere ancora di più”.
Sulla squadra: “Non recuperiamo Sanavia, che ha una frattura alla spongiosi del ginocchio e starà fuori almeno un mese, ma Kabine sta bene e ci sarà. C’è gran voglia di ricominciare, vedo un forte spirito di rivalsa dopo l’ultima sconfitta. Per essere un gruppo di alto livello serve conquistare punti contro le grandi squadre: sono convinto, vedendo i ragazzi all’opera in allenamento, che siamo pronti a ripartire”.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien